Jump to Navigation
Breve descrizione: 
L'investimento, dell'importo di 230 mln €, ha l'obiettivo di promuovere la creazione di stazioni di rifornimento a base di idrogeno (circa 40 stazioni dando priorità alle aree strategiche per i trasporti stradali pesanti) e implementare i progetti di sperimentazione delle linee a idrogeno.
Traguardo/Obiettivo: 
Traguardo/Obiettivo
Denominazione del traguardo/obiettivo: 
"Aggiudicazione di tutti gli appalti pubblici per lo sviluppo di stazioni di rifornimento a base di idrogeno e sviluppo di stazioni di rifornimento a base di idrogeno. "
Tempistica attuativa prevista: 
Entro T1 2023, notifica dell'aggiudicazione di tutti gli appalti pubblici per lo sviluppo di almeno 40 stazioni di rifornimento a base di idrogeno in linea con la direttiva 2014/94/UE sull'infrastruttura per i combustibili alternativi. Entro T2 2026, sviluppo di almeno 40 stazioni di rifornimento a base di idrogeno per veicoli leggeri e pesanti in linea con la direttiva 2014/94/UE.
Stato Provvedimento: 
Data: 
Novembre, 2021
Stato dell'arte effettivo: 
Sino al 2023 l'investimento non prevede avanzamenti di tipo economico.
Sintesi Grafica: 
Data: 
Febbraio, 2022
Stato dell'arte effettivo: 
Sino al 2023 l'investimento non prevede avanzamenti di tipo economico. Da fonti MIMS viene dichiarato che le assegnazioni relative a tali progetti, di particolare complessità, avverranno nel corso del primo trimestre del 2022 dove tuttavia ancora non appaiono essere raccolte le progettualità
Sintesi Grafica: 
Data: 
Maggio, 2022
Stato dell'arte effettivo: 
Come rilevato nel corso del precedente monitoraggio, sebbene solo nel primo trimestre del 2023 è prevista l'aggiudicazione dei bandi per lo sviluppo delle stazioni di rifornimento, è stato di recente avviato il tavolo tecnico con il MITE per l’individuazione dei progetti che avrebbero dovuto essere definiti già a fine marzo 2022. Il Ministero, nell'ultimo rapporto di monitoraggio, comunica inoltre che le prossime scadenze dovrebbero essee l'emanazione di un D.M. con l'indicazione dei criteri per l’ubicazione delle stazioni di rifornimento lungo le autostrade e gli hub logistici (T2 2022) e il varo di un decreto direttoriale con l’esplicitazione della procedura per la presentazione delle domande di installazione delle stazioni di rifornimento e l’avvio della valutazione tecnica (T3 2022).
Sintesi Grafica: 
Data: 
Agosto, 2022
Stato dell'arte effettivo: 
Rispetto al trimestre precedente, è stata rispettata la scadenza del T2 2022 per l'emanazione del decreto ministeriale con i criteri per l’ubicazione delle stazioni di rifornimento lungo le autostrade e gli hub logistici (D.M 199 del 30.06.2022) con la conseguente necessità di emanazione del decreto direttoriale con la definizione della procedura per la presentazione delle domande di installazione delle stazioni di rifornimento e l’avvio della valutazione tecnica (T3 2022). L'aggiudicazione degli appalti per lo sviluppo delle 40 stazioni di rifornimento a base di idrogeno dovrà avvenire entro T1 2023.
Sintesi Grafica: 
Data: 
Novembre, 2022
Stato dell'arte effettivo: 
Rispettata la scadenza del T2 2022 per l'emanazione del decreto ministeriale con i criteri per l’ubicazione delle stazioni di rifornimento lungo le autostrade e gli hub logistici (D.M 199 del 30.06.2022), registrato dalla Corte dei Conto il 05.09.2022 e pubblicato in Gazzetta il 25.10.2022. Appare necessario procedere a breve all'emanazione del decreto direttoriale per la definizione della procedura per la presentazione delle domande di installazione delle stazioni di rifornimento e l’avvio della valutazione tecnica (che avrebbe dovuto essere emenata entro il T3 2022 secondo il precedente monitoraggio) al fine di aggiudicare gli appalti per lo sviluppo delle 40 stazioni di rifornimento a base di idrogeno entro T1 2023.
Sintesi Grafica: 
Data: 
Febbraio, 2023
Stato dell'arte effettivo: 
Rispettata la scadenza del T2 2022 per l'emanazione del decreto ministeriale con i criteri per l’ubicazione delle stazioni di rifornimento lungo le autostrade e gli hub logistici (D.M 199 del 30.06.2022), registrato dalla Corte dei Conti il 05.09.2022 e pubblicato in Gazzetta il 25.10.2022. Appare invece molto difficile rispettare la scadenza del T1 2023 per l'aggiudicazione degli appalti per lo sviluppo delle 40 stazioni di rifornimento a base di idrogeno come da PNRR anche a causa dello scarso interesse manifestato dagli operatori. Potrebbe essere una linea di finanziamento (230 Mln €) da rivedere in occasione della riforma del PNRR entro il 30.04.2023 con la Commissione Europea.
Sintesi Grafica: 
Data: 
Maggio, 2023
Stato dell'arte effettivo: 
Emanato il decreto ministeriale con i criteri per l’ubicazione delle stazioni di rifornimento lungo le autostrade e gli hub logistici (D.M 199 del 30.06.2022), registrato dalla Corte dei Conti il 05.09.2022 e pubblicato in Gazzetta il 25.10.2022, il 16 marzo 2023 è stata pubblicata in linea con la scadenza europea la graduatoria dei 36 progetti ammissibili per circa 103 milioni di euro, vale a dire circa il 40% dei 230 milioni di euro stanziati per l’attuazione della misura nel periodo 2021–2026, confermando lo scarso interesse degli operatori già emerso nei precedenti monitoraggi. Se la scadenza intermedia europea è pertanto rispettata, le risorse non impiegate potrebbero essere rimodulati in altre linee di intervento da concordare in occasione della riforma del PNRR con la Commissione Europea.
Sintesi Grafica: 
Data: 
Agosto, 2023
Stato dell'arte effettivo: 
Lo scarso assorbimento delle risorse di cui al bando citato nel precedente monitoraggio (36 progetti su 40 con impegno del 40% delle risorse totali da PNRR) ha determinato che la misura fosse oggetto di riprogrammazione in sede di revisione del PNRR di luglio 2023, con eventuale allocazione delle risorse all'investimento relativo alla "Sperimentazione dell’idrogeno per il trasporto ferroviario". Resta evidentemente da monitorare l'effettiva implementazione dei progetti finanziati su cui appare necessario possedere i dati di avanzamento finanziario delle spese
Sintesi Grafica: 
Data: 
Novembre, 2023
Stato dell'arte effettivo: 
Lo scarso assorbimento delle risorse di cui al bando citato nel precedente monitoraggio (36 progetti su 40 con impegno del 40% delle risorse totali da PNRR) ha determinato che la misura fosse oggetto di riprogrammazione in sede di revisione del PNRR di luglio 2023, con eventuale allocazione delle risorse all'investimento relativo alla "Sperimentazione dell’idrogeno per il trasporto ferroviario". Con comunicato del 28.08.2023 è stata predisposta la proroga dei termini di presentazione delle domande al fine di consentire agli operatori economici la partecipazione. Alla data del 13/09/2023, risultano notificate le aggiudicazioni di tutti gli appalti per lo sviluppo di almeno 40 stazioni di rifornimento a base di idrogeno in linea con la direttiva 2014/94/UE sull'infrastruttura per i combustibili alternativi, completando pertanto in ritardo la milestone intermedia.
Sintesi Grafica: 
Data: 
Febbraio, 2024
Stato dell'arte effettivo: 
Lo scarso assorbimento delle risorse di cui al bando emanato nella primavera del 2023 da parte del MIT citato nel precedente monitoraggio (35 progetti su 40 con impegno del 40% delle risorse totali da PNRR) ha determinato la proroga dei termini di presentazione delle domande in agosto-settembre 2023. Con ulteriori 15 progetti finanziati nella seconda tornata, risultano assegnati risorse per 50 stazioni di rifornimento a base di idrogeno in linea con la direttiva 2014/94/UE sull'infrastruttura per i combustibili alternativi, completando pertanto in ritardo la milestone intermedia.
Sintesi Grafica: 
Data: 
Maggio, 2024
Stato dell'arte effettivo: 
Come rilevato nello scorso monitoraggio, lo scarso assorbimento delle risorse di cui al bando emanato nella primavera del 2023 da parte del MIT citato nel precedente monitoraggio (35 progetti su 40 con impegno del 40% delle risorse totali da PNRR) ha determinato la proroga dei termini di presentazione delle domande in agosto-settembre 2023. Con ulteriori 13 progetti finanziati nella seconda tornata anche ad esito delle verifiche in capo ai beneficiari, risultano finanziate 48 stazioni di rifornimento a base di idrogeno in linea con la direttiva 2014/94/UE sull'infrastruttura per i combustibili alternativi, completando pertanto in ritardo la milestone intermedia.
Sintesi Grafica: